Monday, May 13, 2013

Presentazione a Bologna

L'Associazione Mammadoula, in occasione del tour italiano di 
Ibu Robin Lim
ha il piacere di invitarvi
alla presentazione del libro
Memorie di un parto cantato
Una nascita gentile con Ibu Robin Lim
di Elena Skoko
Phasar Edizioni, 2013

Lunedì, 20 maggio
 ore 17, presso Cafè de la Paix, Via Collegio di Spagna 5b 
Bologna

 l'autrice ne parlerà con
Marzia Bisognin e Maurizio Cecconi

Immagine in linea 2


Una ex cantante punk croata incontra un bluesman italiano a Bali. S'innamorano e incidono un album. L'anno dopo concepiscono una figlia. Durante i mesi di gravidanza, Elena s'accorge che sta vivendo un'esperienza di cui non sa quasi nulla. Si sente impreparata e inizia a studiare quali sono gli scenari che ha davanti. La scoperta della propria ignoranza sulla nascita e sul parto la spaventano e la sfidano a fare un po' di luce. Poco a poco si rende conto che quella che pensava fosse la sua unica opzione, il parto all'ospedale, non la soddisfa e la spaventa. Elena desidera un'esperienza che rispecchi la sua persona, la sua vita: un'esperienza poetica e libera. A Bali vive un'ostetrica filippino-americana che quando non aiuta le madri a partorire nell'acqua piena di fiori di frangipani, scrive libri e poesie. La chiamano guerrilla midwife (“ostetrica d'assalto”). Elena e Rob la incontrano e apprendono che Ibu Robin Lim non taglia il cordone ombelicale ai bambini che accompagna durante la nascita. Nel suo centro Bumi Sehat, situato in mezzo alle risaie dell' "Isola degli dei" indonesiana, le madri che hanno appena partorito hanno i visi illuminati di gioia, senza nessuna traccia di sofferenza. Elena e Rob comprendono subito di aver trovato l'unica persona che può assisterli nella nascita della loro bambina – una persona che canta quando nasce una creatura, che aiuta la madre nel travaglio massaggiandole la schiena e l'accoglie con un abbraccio accompagnato da parole d'amore. Nella sua famiglia, Elena appartiene alla prima generazione nata all'ospedale; sua nonna ha invece partorito quattro figlie in casa, inginocchiata sul letto, appoggiata a suo marito e aiutata da sua madre guaritrice. Nel momento in cui sua figlia decide di venire al mondo, Elena la aiuta con il canto: durante il travaglio intona una canzone che la coppia ha scritto durante i mesi di attesa. La loro canzone li accompagna fino alla nascita di Koko. Attraverso il canto, Elena impara a conoscere le sue paure e il dolore; attraverso la voce scopre che il parto è un'esperienza sensuale che non si distanzia molto dall'atto primario che l'ha resa possibile. Il suo corpo nel momento in cui dà alla luce una nuova vita assomiglia a quello completamente abbandonato all'estasi amorosa. Questa scoperta aiuta Elena a partorire e le permette di arrendersi all'esperienza e mettere felicemente al mondo la sua bambina, entrambe circondate da persone incoraggianti e amorevoli che assistono al miracolo della vita.

No comments:

Post a Comment